Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

aritmie: ernia iatale

Codice domanda: GG/3L42649

Domanda

Gent.mo Dottore Sensazione di testa vuota, vertigini e gambe pesanti a seguito di extra o fitte al cuore non sono affatto infrequenti e sinceramente le sensazioni che provo, che tra l'altro mi restano per ore, non sono affatto belle... ho iniziato con le extra un giorno di 4 anni fa e son finito agli attacchi di panico. Ho fatto tante visite cardiologice complete (4 ecocardio, 3 holter, 2 prove da sforzo) e l'unica cosa emersa e' un piccolissimo aneurisma del setto intratriale che tutti i cardiologi mi hanno snobbato come insignificante. Finche' un illuminato ha detto, ma l'hai mai fatta la gastroscopia? Perche' sintomi che avverti possono esser generati anche dall'ernia iatale. Dopo la gastro mi hanno riscontrato una bella ernia iatale da scivolamento con Helicobacter Pylori. Ma c'e' questa correlazione tra la sintomatologia suesposta e l'ernia iatale? l'altra mi a domanda e' se non sbaglio ho letto che c'e' correlazione anche tra aritmie ed aneurisma. Ho fatto 3 holter, in uno pochissime extra, nell'altro 1 ventricolare ed nell'ultima zero, pur avendole rilevate nella scheda fornitami dall'infermiera per le annotazioni. Sono un po confuso e vi ringrazio in anticipo per l'aiuto. Stefano.

Risposta

Penso che i suoi disturbi siano dovuti a problemi psicologici; è vero però che l’ernia iatale può favorire aritmie, specialmente dopo i pasti o in posizione sdraiata. L’aneurisma del setto interatriale può anch’egli dare aritmie, ma sopraventricolari e non ventricolari come sono le sue. In conclusione penso che debba stare tranquillo, parlare con uno psicologo oppure prendere ansiolitici per qualche tempo. Dovrebbe anche curarsi per l’Helicobacter Pilori se non lo ha fatto. Le consiglio anche di fare lunghe passeggiate (un’ora a giorni alterni ad esempio).

A cura di Tuttocuore.it
Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

ottobre 2014 in Salute

In primo piano:

Giornata Mondiale del Diabete

Familiarità e cause ambientali, sono i principali fattori di rischio del diabete di tipo 1. Per il diabete di [...]

L
M
M
G
V
S
D

Magazine

Focus on

Cuore sano Ridurre del 25% le morti premature legate [...]

Cuore sano

Punto di vista

Infarto: cosa fare? In caso di sospetto infarto acuto occorre fare [...]

Infarto: cosa fare?

Dossier