Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

dilatazione dell'aorta: indicazioni

Codice domanda: WBMIQO22

Domanda

Salve volevo farle questa domanda,mio suocero è stato ricoverato il giorno 09/07/07 alla clinica San. Michele di Caserta, perchè aveva la vena aorta dilatata.Il suo cardiologo gli ha fatto fare tutti gli esami rigurdando il suo problema, l'ultimo esame che era quello definitivo è stata la coronarografia.Il suo cardiologo ci disse a noi familiari, se la vena aorta era dilatata fino a 5cm non c'era bisogno di operare.Invece i risultati della coronarografia sono stati i seguenti: Vena aorta dilatata a 5cm, due Coronarie che non funzionano, la terza sta al 50%, e una Valvola che non và.Il suo cardiochirurgo ci disse, aspettiamo che finisca di ammalarsi la terza coronaria, e fra otto mesi circa un anno interveniamo chirurgicamente, nel frattempo gli ha dato una cura, e il mese di ottobre deve fare una visita di controllo con i relativi accertamenti.Il giorno 11/07/07 è stato dimesso, mio suocero ha 65 anni, non fuma , ha un fisico asciutto, cammina molto a piedi, il suo problema è la pressione alta e il diabete, questi fattori stanno sotto controllo.La cosa che vogliamo sapere da lei è normale che non sono intervenuti chirurgicamente, è un soggetto a rischio d'infarto? Cosa dobbiamo fare, rivolgerci a un altro cardiologo?Cosa ci consigliate?Aspettiamo una vostra cordiale risposta.Grazie Distinti SalutiGiovanni RussoN.BIl mio recapito è 3387647338

Risposta

L’intervento chirurgico (by pass + sostituzione dell’aorta) ha un certo rischio per cui è opportuno attendere che le condizioni cliniche giustifichino questo rischio. Ovviamente va trattato con i farmaci e monitorato periodicamente.

A cura di Tuttocuore.it
Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità

Magazine

Focus on

Salute cardiovascolare Controllo della pressione sanguigna e [...]

Salute cardiovascolare

Punto di vista

Infarto: cosa fare? In caso di sospetto infarto acuto occorre fare [...]

Infarto: cosa fare?

Dossier