Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

prolasso mitralico: intervento chirurgico

Codice domanda: GG/3M44198

Domanda

Buongiorno, da quando avevo 18 anni mi è stato diagnosticato un prolasso mitralico su base reumatica. Ho sempre eseguito controlli periodici e, nel tempo, il problema è peggiorato. Oggi i dati sono questi: Ventricolo sx: Dimensioni lievemente aumentate, lieve ipertrofia concentrica, contrattilità globale conservata, non rilevati deficit contrattili segmentari. Ventricolo dx: Normale Atrio sx: Dilatazione lieve. Atrio dx: normale Valvola mitrale: Lembi: ridondanti Doppler: Insufficienza mod-severa < M Valvola aortica: Tricuspide. Doppler non rilevati flussi patologici. Valvola Tricuspide: Normale. Doppler non rilevati flussi patologici. Pericardio: normale. Commento: Pattern Doppler mitralico nella norma. Prolasso mitralico di entrambi i lembi valvolari mitralici, soprattutto il posteriore, con insufficienza di grado moderato-severo, eccentrica, rivolta verso il setto interatriale. Conclusioni: Prolasso valvolare mitralico con insufficienza di grado moderato-severo. Mi è stato detto che, oltre ai normali controlli che già faccio, dovrò nei prossimi anni sottopormi ad un intervento di plastica alla valvola, che mi porterà ad evitarne la sostituzione più avanti. Cosa ne pensate? L'intervento èa rischio? Cosa dovrò fare poi, nel senso di cure medicinali o altro? Vi ringrazio molto per la gentilezza.

Risposta

E' molto verosimile che in futuro debba sottoporsi a intervento di plastica della mitrale, ed il tempo dell’intervento dipende anche dai disturbi che accusa, che non sono detti. La plastica della mitrale se fatto con cura dà ottimi risultati; il rischio è basso come quello di un comune intervento cardiochirurgico. In alcuni centri si comincia a farlo in toracoendoscopia (senza tagliare lo sterno anteriormente). Con questo intervento non dovrà assumere anticoagulanti

A cura di Tuttocuore.it
Segnala il termine che stai cercando

Magazine

Focus on

Salute cardiovascolare Controllo della pressione sanguigna e [...]

Salute cardiovascolare

Punto di vista

Infarto: cosa fare? In caso di sospetto infarto acuto occorre fare [...]

Infarto: cosa fare?

Dossier