Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

tiroidite: tiroidite cronica autoimmune e noduli tiroidei

Codice domanda: QT75847V

Domanda







Da circa 18 anni a mia moglie nata nel 1961 soffre di ipertensione è gli è stata diagnosticata una ipotiroidite,e da allora segue terapia con Eutirox 50 ml una cp al di.
Nel 2004 è stata sottoposta a laparoisterectomia totale semplice causa fibrosi uterina.
A seguito di continuo aumento di peso e gonfiore il 08/09/07 sono stati eseguiti i seguenti esami ed esiti che si riportano confrontati con i precedenti del 27/9/2006

FT3 risultato 2.7 - esito del 27/9/2006 2.74
FT4 1.31 ng/dl 1.34
TSH 0.898 0.73
Anticorpi Anti Tireoglob. (Ab Tg) 248.00 UI/ml 223.1
Anticorpi Anti Microsomi (AbTPO) 37.40 UI/ml atpo 121.9
LH Luteotropina 1.51 mUI/ml
FSH (Follitropina)3.42 mUI /m
Estradiolo 90.1 pg /ml.

Il 28/09/07 è stata eseguita ecografia tiroidea con il seguente esito:

Tiroide in sede modicamente aumentata di volume, disomogenea.
Lobo ds DT 21 mm; DAP 15 mm
Lobo sn DT 21 mm; DAP 17.3 mm
Istimo 9.1 mm.
Qualche minuta areola ipoecogena al lobo ds,
In sede istimica nodulo ipoecogeno di 8.6 mm.
Al lobo sn al terzo medio –inferiore si evidenziano almeno tre noduli ipoecogeni rispettivamente di
14.2x7.2 mm,di 15.3x9.1 mm, e di 6.2 mm.

La precedente ecografia tiroidea del 11/11/2000 dava il seguente referto:

Lobo dx dl mm. 43 – dt mm. 21 – dap mm. 20
Lobo sn dl mm. 43 - dt mm. 20 - dap mm 16
Istimo mm.5.5

Tiroide in sede aumentata di volume, diffusa disomogeneità ecostrutturale della ghiandola.
A sinistra si rileva nodulo ipoecogeno a maggior asse di mm. 5.8 nel III medio,ed altro nodulo ipoecogeno di mm.11x8x5 nel III inferiore.
Altro nodulo isoecogeno a maggior asse di mm.11 si rileva a carico dell’istimo.
Rispetto all’esame precedente del 16/07/1999 le dimensioni della ghiandola sono modicamente diminuite;
Non sono evidenti i noduli già segnalati a carico del lobo destro; diminuiti di volume sono i noduli già segnalati a carico del lobo sinistro e dell’istimo.

Alla luce di quanto esposto chiedo il vostro parere e se necessita modifica di terapia o altro.
Cordiali Saluti





Risposta

Egr. Signore, la patologia da cui sua moglie risulta affetta è con tutta probabilità una tiroidite cronica autoimmune. La terapia a base di ormoni tiroidei in atto sembra appropriata poichè i livelli ormonali tiroidei ed il TSH rientrano nel range di normalità. Sarebbe però interessante valutare se il danno tiroideo sinora provocato dalla tiroidite è tale da richiedere questa terapia. Potrebbe infatti non esserlo e la cosa andrebbe valutata. La morfologia tiroidea valutata all'ecografia mostra delle aree ipoecogene che sembrano essersi modificate rispetto alla precedente ecografia. I due esami però vanno comparati visivamente e non è possibile esprimere giudizi senza aver visionato gli ecogrammi. Tenga tuttavia presente che la tiroidite provoca una disomogeneità strutturale della tiroide che può modificarsi nel tempo e spesso simulare un nodulo tiroideo (cosiddetti pseudonoduli). Nel caso le necessitassero ulteriori informazioni può contattarci al numero telefonico 06-30156664. Cordiali saluti.

Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

ottobre 2014 in Salute

In primo piano:

Giornata Mondiale della Psoriasi

Ancora oggi non sappiamo quali siano le cause che determinano la psoriasi: si parla di una correlazione con [...]

L
M
M
G
V
S
D

Magazine

Focus on

Malattie della tiroide Sono circa sei milioni le persone che [...]

Malattie della tiroide

Punto di vista