Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

ecografia: referto

Codice domanda: HH/1G53452

Domanda

Buongiorno, in una recente ecografia mi è stato diagnosticato 1)Fegato volumetricamente discretamente ingrandito con il margine inferiore della grande ala che, in inspirazione, si porta oltre il polo caudale del rene dx, nella norma, comunque, per morfologia ed ecostruttura 2)Presenza sulla parete anteriore della colecisti, microformazione polipoide di 3,7mm 3) Presenza a carico dei reni, bilateralmente, di piccole puntiformi formazioni iperecogene, senza un valido cono d'ombra posteriore, di pochissimi mm di diametro, come per discreta quantità di materiale renelliforme prelitiasico.
L'ecografia è stata fatta per tutt'altri motivi (si cercava la causa di modesto sangue nelle urine), e questi risultati sono assolutamente nuovi e inattesi.
Premesso che sono alto 1,76 peso 66Kg, faccio palestra 5 vole la settimana e jogging, ho una dieta assolutamente povera di grassi: riso, tacchino, tonno al naturale, insalata e frutta, i pochi grassi sono generalmente provenienti solo da olio extravergine d'oliva, assoluta assenza di latticini e insaccati al di fuori,ogni tanto, di bresaola. Solo ultimamente prendo 6 bianchi d'uovo e 1 tuorlo al mattino(solo per aumentare l'introito di proteine, visto che faccio palestra per mettere massa, e proprio per evitare di assumere integratori artificiali, e solo 4-5gg alla settimana e solo perchè è il tuorlo la parte "grassa").
Non fumo. Non bevo alcol quasi mai, forse una bottiglia di birra da 33cl e 5% di alcol una volta al mese. Bevo molta acqua oligominerale e prendo vitamine al mattino. Bevo cocacola, ultimamente light. Ho fatto quasi contestualmente anche le analisi del sangue e tutte (transaminasi incluse!) erano perfettamente nella norma. Colesterolo totale ottimo, e rapporto ldl/hdl più che ottimo. Solo i trigliceridi erano sotto il limite minimo, e i leucociti a 10 (ma sono un tipo allergico).
Vorrei sapere:
1) se c'è correlazione tra i 3 punti riscontrati dall' eco.
2) perchè mai ho questo fegato ingrossato, da cosa può dipendere e come lo posso curare.
3) se è bene effettuare ulteriori esami specifici, sia del sangue sia tac-rtm-ecografie al fine di capire la causa e l'effettivo stato del fegato e della sua funzionalità.
4) se l'ingrossamente può dipendere dal fatto che sono un tipo ansioso con tendenza al DAP.
5) se c'è una correlazione tra l'ingrossamento e il fatto che quando bevo alcol, specialmente vino e sopratutto se su un pasto abbondante, dopo circa 20 minuti incomincio ad avvertire il cuore accelerato, con battiti molto intensi, come delle pompate forti avvertibili dal collo fino all'addome (pare scalciare se premo sull'addome...). Normalmente su un pasto abbondante e pesante non avverto questi sintomi, che compaiono solo in presenza di alcol. Se la quantità di alcol è discreta, (40-50cl di birra al 5%) questi sintomi li posso avvertire anche con pochissimo cibo nello stomaco.
In attesa di una gentile risposta, porgo distinti saluti.

Risposta

Non c’è relazione tra i tre elementi riscontrati alla ecografia. Il fatto che il fegato mostri un volume maggiore del normale potrebbe anche rientrare in una anomalia anatomica priva di significato clinico (cioè non rientra in una malattia del fegato), pertanto non richiederebbe alcuna cura. L’ansia ed i DAP non possono essere responsabili di tale condizione anomala del fegato. Infine la sporadica assunzione di alcol che determina i disturbi particolari che riporta non è in relazione con l’aumento di volume del fegato, anche se, come è noto, l’eccesso di alcolici è in grado di determinare un danno epatico importante.

A cura di Fegato.com
Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

dicembre 2014 in Salute

In primo piano:

Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra

Secondo l'ultimo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sulla lebbra, risalente al 2012, sono [...]

L
M
M
G
V
S
D

Magazine

Focus on

Epatite virale: l'esperto risponde L'epatite virale è una malattia infettiva [...]

Epatite virale: l'esperto risponde

Punto di vista