Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

esami del sangue: linfocitosi relativa

Codice domanda: HH/3E52043

Domanda

In seguito ad esami di routine, i quali sono risultati nella norma, è emersa una linfocitosi relativa (wbc bassi, NE bassi). Devo preoccuparmi? Posso fare qualche altra indagine? Che significa esattamente? Come si possono rafforzare le nostre difese immunitarie?
Grazie

Risposta

Il fatto che la linfocitosi sia definita “relativa” implica che in termini “assoluti” i linfociti siano normali. Pertanto non sembra che ci siano i presupposti di preoccuparsi di una riduzione delle difese immunitarie. Comunque lo specialista cui rivolgersi è l’ematologo.

A cura di Fegato.com
Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

settembre 2014 in Salute

In primo piano:

Race for the Cure

Ritorna la Race for the Cure, la corsa di solidarietà di cinque chilometri nata per raccogliere fondi e [...]

L
M
M
G
V
S
D

Magazine

Focus on

Epatite virale: l'esperto risponde L'epatite virale è una malattia infettiva [...]

Epatite virale: l'esperto risponde

Punto di vista