Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

liquido amniotico: liquido amniotico

Codice domanda: BE7C53Q0

Domanda

Egr. professore, volevo chiederle se una quantità di liquido amniotico superiore ai limiti può essere una causa di parto prematuro.
Ho 37 anni e sono alla prima gravidanza (33 sett. e 6giorni).
In particolare le riferisco più in dettaglio i valori trovati:
- Ecografia a 18 sett e 4 gg: liquido amniotico normale per quantità
- Ecografia a 26 sett e 2 gg: liquido amniotico in quantità ai limiti superiori della norma (AFI 193 mm)
- Controllo liquido amniotico a 29 sett e 3 gg: AFI 26,7 cm
- Controllo liquido amniotico a 31 sett e 5 gg:AFI 27,5 cm
- Controllo liquido amniotico a 33 sett e 5 gg:AFI 33 cm.
La curva glicemica esclude il diabete gestazionale e anche l'ecografia morfologica esclude malformazioni del feto.
Inoltre ho sempre la pancia tesa, contratta e dura, specialmente dopo i pasti e la sera, ma ultimamente tutto il giorno...
Quali sono le precauzioni da prendere in questo ultimo periodo?
Cosa provoca tale quantità di liquido amn. che aumenta?
Sono preoccupata per un parto pretermine...
La ringrazio per l'attenzione.

Risposta

Gentile Signora, talvolta l'aumento del liquido amniotico non trova una spiegazione fra quelle che conosciamo. Certamente può esserci il rischio di parto pretermine, ma, raggiunta la 34a settimana, i rischi della nascita sono relativamente bassi. Certamente la Sua gravidanza dev'essere seguita in modo attento. Auguri

Segnala il termine che stai cercando