Esperto risponde – paginemediche.it: parere medico, consulenza onlineespertorisponde.paginemediche.it

Pubblicità
 
Dimensione carattere: A |A|A Stampa 
Invia ad un amico
digg bookmarking del.icio.us bookmarking LinkedIn bookmarking Technorati bookmarking facebook bookmarking Altri Network di Social Bookmarking
  • google bookmarking
  • yahoo bookmarking
  • reddit bookmarking
  • furl bookmarking
  • blogmarks bookmarking
  • blinklist bookmarking
  • simpy bookmarking
  • netvouz bookmarking
  • Windows Live bookmarking

litiasi renale bilaterale: accertamenti

Codice domanda: T4H46RIL

Domanda

Buonasera,sono una ragazza di 32 anni,nel mese di luglio 2006 dopo una colica renale,mi hanno trovato un calcolo di 4mm nel renesx,dopo 4mesi me ne hanno fatta un'altra e il calcolo era diventato di 1,7cm,dopo mesi di esami e visite(ma sopratutto di dolori),nel mese di aprile 2008 ho eseguito un trattamento di ESWL dopo dopo circa due settimane di dolori,si sono accorti che avevo dei frammenti nel calice inf.,vengo sottoposta ad intervento di:URS,litotrissia di calcolo sottoguintale,posizionamento stent ureterale sx,dove sono riusciti ha eliminarmi un calcolo di 2cm,mi hanno praticato dopo una quindicina di giorni un'altra ESWL,dopo altre due sett.mi hanno sfilato lo stent.I dolori sono sempre stati frequenti, per i dolori mi hanno prescritto voltaren,punture,e quasi una settimana mi hanno fatto fare flebo di antidolorifici.mi hanno fatto fare controlli anche alla schiena ma tuutto bene.Il problema che ho sempre dolori mi hanno prescritto contramal gocce ma non mi sta facendo più nessun effetto.ho fatto un'ecografia oggi pomeriggio dove mi hanno trovato un calcolo di 4mm nel rene sx con renella,e un calcolo di 3mm nel rene dx con renella.Sono mesi che soffro c'é un'intervento definitivo per il mio problema?premetto che faccio un lavoro dove devo stare in piedi tutto il giorno e i dolori sono veramente forti.Per favore aiutatemi.Mi scuso per la lunga lettera.

Risposta

Gentile Signora, ho preso visione del testo della Sua domanda dalla quale si evince che e' affetta da una litiasi renale bilaterale da vari anni. I calcoli presenti ora sono piccoli di dimensioni e potrebbero essere trattati mediante E.S.W.L. ma potrebbero anche essere espulsi spontaneamente mediante una adeguata terapia idropinica. Inoltre sarebbe opportuno farli analizzare per poi seguire una dieta appopriata. Nel frattempo comunque sarei dell'idea di eseguire anche una RX UROGRAFIA. Distinti saluti. Dott.Famiano Meneschincheri www.cistite-iuv.it

Dott. Famiano Meneschincheri
SPECIALISTA in UROLOGIA ed ANDROLOGIA -- DIRIGENTE MEDICO
OSPEDALIERO di 1° LIVELLO - U.O.C. di UROLOGIA - ROMA - Tel.CELL.338 8574756
-- e mail : 13famiano@gmail.com

A cura di Paginemediche.it

Leggi anche

Segnala il termine che stai cercando
Pubblicità
Il Glossario di paginemediche.it

novembre 2014 in Salute

In primo piano:

Giornata Nazionale sul Parkinson

Lentezza nei movimenti, rigidità muscolare, perdita di stabilità con conseguenti cadute: sono tra i [...]

L
M
M
G
V
S
D

Magazine

Focus on

Tipi d'incontinenza urinaria La perdita involontaria di urina può [...]

Tipi d'incontinenza urinaria

Punto di vista

Nicturia, urinare di notte, un fastidioso disturbo Non è un problema solo per le donne incinte o [...]

Nicturia, urinare di notte, un fastidioso disturbo

Dossier

Eiaculazione Precoce Quando l'amore non aspetta [...]

Eiaculazione Precoce